LA DISOCCUPAZIONE SALE: SI INFRANGE IL SOGNO DI RENZI

lavoro

Dopo il forte calo registrato a dicembre, seguito da un’ulteriore diminuzione a gennaio, a febbraio il tasso di disoccupazione torna a salire. Il governo aveva cantato vittoria troppo presto

Da imprese e consumatori è arrivato, giusto ieri, un nuovo slancio di ottimismo con gli indici della fiducia che toccano a marzo i massimi da luglio 2008, per le aziende, e da maggio 2002, per le famiglie, negli ultimi dati Istat.

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha subito soffiato sul fuoco della fiducia prevedendo che gli 1,9 miliardi stanziati per gli sgravi nelle assunzioni potrebbero portare fino a un milione di posti di lavoro. È un“numerone”, riconosce il ministro: “Spero, mi auguro, che questo dato si produca: i primi sintomi ci sono già”.

Il dato sulla fiducia delle imprese in particolare è “positivo”, secondo Poletti, perché “è la conferma di un trend che da un po’ di mesi si è attivato”. I sogni di gloria del ministro, purtroppo, si sono infranti contro il muro dei dati sulla disoccupazione pubblicati oggi dall’Istat. Dopo il forte calo registrato a dicembre, seguito da un’ulteriore diminuzione a gennaio, a febbraio il tasso di disoccupazione sale di 0,1 punti percentuali, tornando al 12,7%, lo stesso livello di dicembre e di 0,2 punti più elevato rispetto a febbraio 2014. “Nei dodici mesi il numero di disoccupati è cresciuto del 2,1% – fa notare l’istituto di statistica – in valore assoluto i disoccupati a febbraio sono 3,24 milioni”. Non solo. Dopo la crescita del mese di dicembre e la sostanziale stabilità di gennaio, a febbraio sono pure diminuiti gli occupati. Che scendono dello 0,2%. Sono state bruciate ben 44mila unità. “Il tasso di occupazione, pari al 55,7%, cala nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali – continua l’Istat – rispetto a febbraio 2014, l’occupazione è cresciuta dello 0,4% (+93 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti”.

Il 30 gennaio Matteo Renzi twittava: “Centomila posti di lavoro in più in un mese. Bene. Ma siamo solo all’inizio. Riporteremo l’Italia a crescere”. Il 2 marzo, poi, rincarava la dose: “Più 130 Mila posti di lavoro nel 2014, bene ma non basta”.

I pessimi dati dell’Istat arrivano proprio nel giorno in cui la Germania registra un calo della disoccupazione. A marzo il tasso di disoccupazione è sceso al 6,4% rispetto al 6,5% della passata rilevazione e delle attese del mercato. Il numero dei senza lavoro è diminuito di 15mila unità. Sono invece 42,5 milioni gli occupati. Forse, Renzi e il suo governo avevano cantato vittoria troppo presto. Adesso, però, non regge nemmeno più la scusa per cui il Jobs act deve essere ancora approvato.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

L’Agenda politica di venerdì 27 febbraio

NASCITA-ITALIA-UNICA-CORRADO-PASSERA-_133-960x638

Le immagini dei fondamentalisti islamici che distruggono le statue assire stanno facendo il giro del mondo come avvenne in passato per le devastazioni culturali dei talebani: follia estremista capace di considerare la cultura come idolatria, in un disegno che vuole rendere tutto oscuro e medievale. Sono immagini che fanno male, anche se immagini che non vediamo (ancora) come il rapimento di centinaia di cristiani da parte dell’Isis dovrebbero ferire ancora di più, perché siamo oltre la guerra o il terrorismo, siamo alla ricerca del genocidio. Non è concepibile che di Isis si parli a giorni alterni o perché ci arriva via web l’ennesima provocazione terroristica. L’incontro di Renzi con il segretario della Nato ci ha portato la notizia che Sigonella ospiterà i droni destinati a vigilare sul Mediterraneo. Basteranno? Quale è la nostra strategia? Cosa abbiamo deciso di fare per la Libia? Quale è il nostro ruolo in Europa? Che fine ha fatto la Mogherini? Troppe domande senza risposte, un mutismo più doloroso di quello delle statue infrante di Mosul.

La guerra per bande interne al Pd sembra non toccare minimamente il potere renziano, che vuole tenere ben distinti i ruoli di presidente e segretario, concentrandosi sul primo e tenendo come arma minaccioso il secondo. Una tattica che ha funzionato fino ad oggi, ma che gli avvenimenti delle ultime ore mettono in discussione, ferma restando l’assoluta dominanza dell’ex sindaco, arrivato a varare una “non corrente” per meglio far capire che anche dentro il Partito si prepara la resa dei conti con il cambio dei vertici parlamentari. Voler far passare Bersani come un nuovo Bertinotti è impresa non semplice, ma la “ferocia” renziana è impressionante. Ciò che però sembra riuscire a livello centrale non pare funzionare sui territori. Anche se Guerini si affanna a dichiarare che gli iscritti al partito sono 360mila, in Campania la vicenda delle Primarie sta facendo esplodere regolamenti di conti ben superiori a quelli già visti in Liguria. Il ritiro di Migliore e la guerra tra De Luca e Cozzolino fanno felice solo Caldoro, il candidato del centrodestra.

Domani si riunirà la nostra prima Direzione Nazionale. Un momento importante, sia sul piano politico che organizzativo, per Italia Unica. Ci aspetta una lunga giornata di lavoro per definire le prossime tappe, individuare i temi programmatici di maggiore rilevanza e affidare lo sviluppo del radicamento a un progetto di grande portata. Il Partito ha appena un mese di vita ma già ha assunto una centralità nel dibattito politico che conferma come la scelta di Corrado di impegnarsi in prima persona per costruire dal basso l’alternativa al Renzismo fosse giusta. Una scelta rafforzata dalla necessità di contrastare un’altra deriva populista, quella salviniana, impegnata a trasformare il centrodestra nel rifugio dei razzisti e dei demagoghi antitutto. Domani parleremo di questo, certo, ma appunto anche di come per noi la politica sia lavoro sulle proposte concrete e sull’impegno nei territori. Lo faremo mentre in piazza Salvini urlerà a Renzi di andare a casa, non costruendo una proposta diversa, ma usando i megafoni di Casa Pound e della destra della Meloni.

Lelio Alfonso
Coordinatore di Italia Unica

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Orta Nova, domattina il consiglio comunale. All’O.d.g. approvazione bilancio di previsione, determinazione aliquote e lampade votive

1° Considerato il disavanzo di cassa circa € 800.000,00 lasciato dall’amministrazione Calvio, la misera percentuale incassata, figlia dell’accordo capestro a solo vantaggio della azienda del parco eolico ed altri incassi vari non condividiamo il motivo del volta faccia sulla promessa elettorale fatta da questa amministrazione, pertanto non vedendo nessuno spiraglio di buone intenzioni verso un cambiamento radicale di rotta, auspichiamo che i consiglieri di buone volontà votino contro questo bilancio vergognoso.
2° > Lampade Votive > Lasciate stare almeno i morti, state lottizzando tutto a propria gusto e ingordigia, con società low cost, almeno sul dolore non sia aggetto di speculazioni private.Moscarella non lo si comprende proprio: prima ( da Sindaco ) fa una guerra spietata alla ditta Massa con la scusante di dare più risparmio hai cittadini facendo gestire il servizio direttamente al comune e oggi si costruisce un regolamento cucito addosso non ai diritti dei cittadini meno fortunati ma al solito amico di turno con la rivcevuta di ritorno alla faccia del popolo bue.

#AMMINISTRAZIONETARANTINOFALLIMENTARESOTTOQUASIASIPUNTODIVISTA

Il Blog dei 5 Reali Siti

La sala consiliare del comune di Orta Nova, foto di Luca Caporale La sala consiliare del comune di Orta Nova, foto di Luca Caporale

Tornerà a riunirsi domani mattina alle 10:00 il Consiglio Comunale di Orta Nova, all’ordine del giorno dodici punti, tra i quali l’attesissima approvazione del bilancio di previsione. Il consiglio avrà come primo punto all’o.d.g. una interrogazione presentata dal consigliere di opposizione Franco Sauro, relativamente ad un risarcimento elargito dal comune nei confronti di un cittadino a seguito di un incidente verificatosi presso uno dei dissuasori mobili posto in Via Vittorio Veneto nei pressi della Scuola Elementare I Circolo, a seguire si discuterà di riaccertamento dei residui attivi e passivi, passando poi all’approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni comunali. All’o.d.g. anche la verifica di aree e fabbricati da destinare a residenza pubblica ed insediamenti produttivi, si passerà poi all’approvazione del programma triennale dei lavori pubblici 2015-17. Si discuterà inoltre di Addizionale IRPEF e di determinazione aliquote

View original post 126 altre parole

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Orta Nova, questa sera comizio del sindaco Dino Tarantino

Oggi è stata una giornata importante, da ricordare negli annali della storia. E’ morto il Progetto politico ” Orta Nova Futura “. E’ morto sulla questione morale, è morto sull’uso opportunistico dei comizi in piazza sulle risposte alle accuse di un consigliere di opposizione, è morto sulla ambiguità, è morto sull’azzardo morale di Tarantino di definirsi un medico a differenza di un venditore di indumenti usati . È morto……………………

Non abbiamo più un progetto amministrativo comune condiviso dalle opere, non abbiamo più la maggioranza elettorale di Tarantino, abbiamo solo un sistema di potere che si regge su singole casematte che ormai è destinato a implodere nel più breve tempo possibile.

Il Blog dei 5 Reali Siti

Il sindaco Dino Tarantino in un comizio, foto di Luca Caporale Il sindaco Dino Tarantino in un comizio, foto di Luca Caporale

A distanza di un anno dall’ultimo comizio in Piazza Nenni questa sera alle 20:00 il sindaco di Orta Nova Dino Tarantino terrà un pubblico comizio per fare il punto di un anno di amministrazione. L’occasione sarà interessante per approfondire alcune tematiche abbastanza discusse nelle ultime settimane come il caso Autovelox ed il caso riscossione tributi con l’eventualità Equitalia poi respinta dallo stesso sindaco. Insomma un appuntamento molto atteso che vi trasmetteremo in differita su 5 Reali Siti Web Tv.

View original post

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Orta Nova, anche il consigliere Ballatore interviene sul caso autovelox: “Dall’opposizione voci infondate per screditare la maggioranza”

Alfredo Ballatore, indipendentemente dalla matematica è i numeri che si sprecano su questo blog, la domanda che mi pongo personalmente ma che ti posso assicurare se la pone la maggioranza degli Ortesi sarebbe un’altra : se il comune di Orta Nova è il comando dei vigili avevano già una macchinetta mobile dove i ricavi non li dovevamo dividere con nessuno e che fa foto per infrazioni alle velocità sostenute, che senso aveva dare una appalto ad una società PRIVATA che espleta lo stesso servizio, rimettendoci tanti denari pubblici che potevano essere spesi nella socialità Ortese messa ogni giorno di più a dura prova!??!?!!??!?!?!!?!?

Il Blog dei 5 Reali Siti

Il consigliere Alfredo Ballatore in una intervista Il consigliere Alfredo Ballatore in una intervista

A tutto quello che è stato dichiarato in piazza qualche giorno fa da un consigliere di minoranza è doveroso riportare qualche riferimento dettagliato sui fantomatici conti determinati, a suo dire, dal servizio autovelox: alla data del 23 luglio sono stati introitati dal nostro Ente somme per 193.561,79 su un numero di verbali correttamente notificati di 3.886 relativi ai mesi di Marzo, Aprile, Maggio e Giugno. Entro il 30 Agosto si procederà ad un ulteriore invio di 1361 verbali per un valore economico pari a 408.204,73. Da ciò è facile intuire che questa amministrazione comunale ha nel rispetto della ripartizione, di cui all’art. 208 del cds, il punto fermo e chiaro di investire, se pur riconoscendo all’azienda vincitrice di una regolare gara d’appalto il corrispettivo commisurato nel rispetto delle prescrizioni normative, senza alcuna anticipazione e con un ritorno in termine di…

View original post 318 altre parole

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Orta Nova, i consiglieri Vece e Molfese (UDC) chiedono all’amministrazione di attivarsi per mantenere l’Ufficio del Giudice di Pace

Alcune domande vanno rivolte hai due consiglieri (Udc ) di opposizione; Perchè invece di continuare a sedervi sui banchi dove siede la maggioranza non passate correttamente al vostro posto naturale di fronte visto che il sindaco Tarantino vi ha estromesso dalla maggioranza?????
Perchè nell’ultimo consiglio non avete anche voi sottoposto la questione che il 14 Luglio ’15 era il termine ultimo per poter presentare delle osservazioni, da parte delle Ente, per il sorgere dell’ ennesimo PARCO EOLICO, risalente al 2008, dall’allora Sindaco Moscarella, nella zona dei TRE CONFINI ( ORTA NOVA – STORNARA – STORNARELLA), quindi discussione che avrebbe interessato anche I 5 REALI SITI????
Certo quella della sezione dell’ufficio di pace è anche una cosa buona e giusta ma……………………………

Il Blog dei 5 Reali Siti

Il consigliere comunale Antonio Vece, foto da 5 Reali Siti Web Tv Il consigliere comunale Antonio Vece, foto da 5 Reali Siti Web Tv

In una interrogazione sottoposta al sindaco Tarantino, i consiglieri comunali dell’UDC Antonio Vece e Giovanni Molfese, hanno chiesto ufficialmente all’amministrazione comunale di attivare le procedure per richiedere al Governo di mantenere ad Orta Nova l’Ufficio del Giudice di Pace. Nella nota i consiglieri hanno sottolineato l’importanza e la strategicità che tale istituzione potrebbe ricoprire nel territorio ortese, così com’è stato fino a poco tempo fa, secondo i consiglieri infatti, l’approvazione del decreto milleproroghe avrebbe permesso la riapertura dell’Ufficio, per questo i consiglieri hanno fatto richiesta all’amministrazione di attivarsi a tal riguardo.

View original post

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

I HAVE A DREAM ” UNITED STATES OF EUROPE “

referendum-austerita-510

Ma nessuno si chiede come mai i creditori accettano qualsiasi dilazione del debito e dei tagli strutturali ai costi sociali purché vengano privatizzate le attività produttive in monopolio come porti, aeroporti, telecomunicazioni e reti energetiche?
Come mai in Italia dopo che abbiamo privatizzato tutto lo sviluppo economico si é fermato e non c’é diminuzione delle garanzie sociali e tagli che riescano a farlo ripartire? Perché in California, quinto pil al mondo in 40 milioni di abitanti, sono tornati ai servizi e addirittura alla scuola pubblica? Perché nei paesi col miglior benessere al mondo (svizzera, danimarca, olanda, germania) i servizi comuni e in monopolio sono tutti pubblici? Come spieghiamo che il tasso di crescita é a due cifre nei paesi dove maggiore é la proprietà pubblica nei monopoli (cina in testa, ma anche la turchia)? Come é possibile che nella City di Londra (che é un comune a parte) non facciano gare d’appalto ma solo assegnazioni, eroghino servizi pubblici e questo costano meno che da noi? Non é che qualche super potente (finto) liberale con la scusa del debito da lui probabilmente assecondato con continue proroghe, e chissà corruzione, non si sta prendendo le attività che sono strategiche, in monopolio e che portano utili sicuri? In Italia siamo avanti col programma perché abbiamo privatizzato già tutto (aeroporti, concessioni portuali a 100 anni. Telecomunicazioni, energia, difesa, chimica…) senza diminuire il debito pubblico ma solo lo sviluppo diffuso. Adesso é il turno della Grecia.
Per cortesia non chiamiamo tutto ciò liberismo, perché si tratta solo di colonialismo. Come si prendono i diamanti africani mantenendo in vita dei governi fantoccio, così da altre parti, con la stessa tecnica, si prendono strade, autostrade, fabbriche, aeroporti, e tutto ciò che porta insieme reddito certo e controllo sociale. Direi che si tratta proprio dell’opposto del liberismo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Rete dei Gruppi Zero: “La Puglia ha bisogno di un Assessorato alla Terza Rivoluzione Industriale, non di nomine arbitrarie su assessorati superati”

La vostra è utopia non dovevate votare il sindaco delle cozze poveri illusi il tempo è galant’uomo !!!

Il Blog dei 5 Reali Siti

Il logo della Terza Rivoluzione Industriale Il logo della Terza Rivoluzione Industriale

Rileviamo  come la proposta del neo Presidente, abbia finito per arenarsi a causa di limiti di merito e di metodo che vanno superati rapidamente nell’interesse della nostra regione. A questo scopo, i sottoscritti Gruppi Zero, in quanto gruppi attivi sul territorio per la promozione di una nuova idea di economia e società di Terza Rivoluzione Industriale (TRI) a emissioni zero, rifiuti zero, km zero e costo marginale zero, formulano la seguente proposta:

UN ASSESSORATO  PER LA TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

Sul piano del merito osserviamo che la suddivisione  in assessorati all’Ambiente, alle Attività Produttive, all’Agricoltura e all’Energia, (strutture non comunicanti e isolate)  è superata perché appartiene a una fase storica (quella della seconda rivoluzione industriale) in cui l’energia del petrolio ad altissima intensità finanziaria ha escluso le comunità e gli enti locali dai processi di produzione e distribuzione energetica, creando una netta divisione fra…

View original post 2.161 altre parole

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

TARANTINO & RUSCITTO CI REGALANO EQUITALIA ” USURAI DI STATO “

Roma 16 Giugno  2011 Manifestazione AntiEquitalia (Agente della Riscossione), per protestare per i pignoramenti per le multe non pagate, organizzata dall' Associazione Vessati Italia che chiedono  la revoca ad Equitalia il mandato di esazione ed il divieto di svendita giudiziaria per aggravio speculativo sui debiti

Una grande azione amministrativa che viene dal cuore, si quel cuore messo a disposizione dei propri cittadini, tanto decantato in campagna elettorale. Mentre in tutta Italia i comuni stanno effettuando una retromarcia sull’assegnazione della riscossione dei tributi proprio ad Equitalia ad Orta Nova vanno in contro corrente.

http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2015/01/25/news/flop-riscossioni-nei-comuni-privati-al-posto-di-equitalia-1.10730162

PERTANTO UN GRAZIE HAI NOSTRI RAPPRESENTANTI POLITICI DA PARTE DI TUTTI QUEGLI ONESTI CITTADINI VESSATI DALLA CRISI CHE PULTROPPO NON POTENDO PAGARE ….LE TASSE SARRANNO ULTERIORMENTE MORTIFICATI DA EQUITALIA.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Orta Nova, Ruscitto risponde al PD: “Non sono la stampella dell’Amministrazione Tarantino, rappresento 1650 cittadini”

Non sono stato eletto nelle liste del PD ma devo la mia presenza nel Consiglio Comunale ai 1650 cittadini che hanno creduto in me e nel mio programma.
Ci scusi Prof.Pasquale Ruscitto con tutto il rispetto dovuto per il vostro blasone, ma…..tra i 1650 elettori ci sono anche quei tre Baldi personaggi Ortesi che ogni occasione è buona per aderire a contestazioni di massa al solo scopo di ricevere a proprio immagine popolarità da consentire di candidarsi ogni volta (perdendo) per ricercare bussines su attività pubblica ” tipo la differenziata stavolta ” senza riconoscere un solo centesimo per i cittadini!?!?!?’
Nel suo programma era questa la progettualità di differenziata per Orta Nova !?!??!?
Ci illustri la domanda protocollata dai suoi supporters nel dettaglio forse capiremo perchè non è stato fatto mancare il numero legale.

Il Blog dei 5 Reali Siti

Il consigliere comunale Pasquale Ruscitto, foto di Luca Caporale Il consigliere comunale Pasquale Ruscitto, foto di Luca Caporale

A proposito del consiglio comunale del 07/07/2015, il sottoscritto Pasquale Ruscitto sente il bisogno di precisare che da consigliere di opposizione ha sempre dedicato tutte le sue forze e capacità, sin dal primo momento, per mettere in evidenzia gli errori dell’Amministrazione Tarantino ed a proporre eventualmente rimedi sempre nell’interesse della collettività. E’ stato sempre presente nelle adunanze del Consiglio Comunale e dei 5 Reali Siti e non ha mai mancato di far sentire il suo pensiero. Non è stato eletto nelle liste del PD ma deve la sua presenza nel Consiglio Comunale ai 1650 cittadini che hanno creduto in lui e nel suo programma. Ed a questo programma ha fatto e farà riferimento nella sua attività amministrativa. Rispetta le decisioni dei consiglieri del PD e le loro azioni in Consiglio ma, per come è fatto, non è portato a condividerle sempre…

View original post 333 altre parole

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

COMUNE DI ORTA NOVA ” AL VIA LA FIERA DELLE VACCHE……. MAGRE “

ruscitto sindaco

RUSCITTO IN SOCCORSO DELLA MAGGIORANZA TARANTINO CHE NON HA PIU’ I NUMERI PER GOVERNARE ORTA NOVA IN CAMBIO DI COSA?!?!?! DA RADIO PIAZZA IN GIOCO VI E’ LA POSSIBILITA’ DI GESTIRE LA DIFFERENZIATA” PREZZO POLITICO PER TRE BALDI MORALIST MAN SOSTENITORI DEL CONSIGLIERE RUSCITTO DURANTE LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE DA SINDACO “A RICAVI 0 PER I CITTADINI D’ALTRONDE I PARCHI EOLICI INSEGNANO.

La certezza si è avuta dal consiglio comunale di questa sera. La maggioranza Tarantino non ha più i numeri per governare da sola.L’amministrazione Tarantino con soli otto consiglieri di maggioranza (compreso Moscarella) approva la modifica del Regolamento delle Entrate Tributarie che dà, di fatto, il via libera al ritorno di EQUITALIA. Ciò è stato possibile solo grazie alla permanenza in aula del consigliere Ruscitto determinante per non fa venire meno il numero legale.I consiglieri comunali Annese, Attini, Calvio e Sauro escono dall’aula mentre Ruscitto (ex socialista come Maffione) si conferma ancora una volta il miglior alleato di Tarantino!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

NEW ORT CITY ” INCIUCI BENEDETTI “

cimitero2Ad  Orta Nova sono diventati ” PRECARI ” anche i defunti. 

Al protocollo è presente una richiesta effettuata da una ditta ” STIMATA ” locale che si impegava a costruire in 30 giorni loculi cimiteriali a norma completi di arredo e marmo al costo per l’amministrazione di € 1.000,00 cadauno con il relativo pagamento al momento dell’atto effettuato da comune ai cittadini…….per il momento la risposta della amministrazione Calvio e ora di Tarantino e stata :

NO !!! PROPOSTA PERICOLOSA……….

Una amministrazione quella del sindaco Tarantino in completa illegalità, potremo dire senza ombra di alcun dubbio un ” INCIUCIO BENEDETTO “.

1)-L’Amministrazione ignora completamente il regolamento di polizia mortuaria 2015,https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&cad=rja&uact=8&ved=0CCEQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.regione.puglia.it%2Fweb%2Ffiles%2Fsanita%2Fpolizia_mortuaria.pdf&ei=kz2UVbjsCsv4yQThp4DABA&usg=AFQjCNEgVbNsHgBZKIKmjB6_Utfxf0_jTg

dove si asserisce che il 10% della media di mortalità dell’anno deve essere sempre disponibile ai bisogni dei cittadini, oggi e pari a 0.

2)-Le confraternite hanno i loculi in comodato d’uso a 100 anni da vendere esclusivamente ai propri affiliati, invece ancora ad oggi si fa commercio delle vacche a chiunque col tacito consenso della curia vescovile.

3)- Onoranze funebri che in base all’Art.8 non possono essere proprietarie di autobulanze pena la revoca della licenza comunale……controllo da effettuare a carico della polizia municipale e direttamente del primo cittadino cioè il Sindaco……ad oggi controlli 0 !!!

Come diceva il grande Giacomo Leopardi un popolo misura il proprio decoro e la propria cultura da come gestisce il cimitero per i propri defunti.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento